Proprio stamattina stavo parlando con un cliente che riguardo Google Places, la lista dei primi risultati che solitamente Google ci presenta nelle ricerche localizzate. Spesso mi viene chiesto quali siano i fattori che ne influenzano il posizionamento (di questo magari ne parlerò in un prossimo articolo), ma non si pensa prima ad alcuni accorgimenti che faciliterebbero tutto di non poco. Ecco la lista dei 4 errori in cui mi imbatto più frequentemente

Read More...

Apprendo da motoricerca.net di una nuova funzionalità per Google Trends. Da poco, è possibile monitorare il livello di popolarità di un sito web, e confrontarlo con altri. Grazie a questo strumento, è possibile vedere il trend di visite di un sito, e capire in quali periodi dell’anno è più visitato o meno. Sarà stato più popolare il sito ufficiale di Hilary Clinton oppure quello di Barack Obama? Ecco il risultato con Google Trends. I risultati forniti, sono frutto di stime e di diverse fonti come Google Analytics. Sperando che questo strumento possa essere migliorato ed ampliato a molti altri siti, può essere utilizzato in ongi momento con l’altra funzione di Googl Trends (quella dedicata alle normali ricerche), per svolgere analisi su determinati settori

Read More...

Ti rivolgeresti mai ad un personal coach, evidentemente con qualche problema di peso, per dimagrire? In teoria può essere molto preparato, ma in pratica non dimostra buoni risultati. Per molti quindi non potrebbe essere CREDIBILE. Come si può aumentare la fiducia che i lettori hanno nei nostri confronti, per agevolare i loro acquisti? Dobbiamo diventare un punto di riferimento. Questo si può ottenere in vari modi. Uno efficace è quello di aiutare le persone a risolvere problemi, e di conseguenza guadagnarsi la nomina di “esperto del settore”. Con quali mezzi? Diffondere conoscenza oggi è molto semplice: – puoi aprire un blog – rispondere autorevolmente in forum del tuo settore – contribuire su Yahoo Answers – scrivere propri articoli su siti importanti del tuo ramo Facendo [&hellip

Read More...

— AGGIORNAMENTO DEL 14/06/2012 — Con l’avvento di Google+ Local questo vecchio post ha ricevuto molte visite, e ci tengo a fornire qualche informazioni in più a chi mi legge. Presto scriverò degli articoli di approfondimento su Google+ Local (per questo consiglio di iscriversi alla newsletter oppure al feed rss), nel frattempo potete leggervi questo post che ho scritto personalmente sul forum di giorgiotave.it dove indico, secondo l’esperienza fatta con i miei clienti, quali sono i fattori più importanti per posizionarsi su Google+ Local (il “vecchio Google” Places). — FINE AGGIORNAMENTO DEL 14/06/2012 — Diventa sempre più importante aumentare la propria visibilità anche su Google Local Search, soprattutto per quelle attività che operano molto in ambito locale. Nel turismo è molto utilizzato, ed in una [&hellip

Read More...

Ormai varie ricerche ci dicono che una gran parte di visitatori non legge (in modo completo) una pagina web, ma piuttosto la scansiona suddividendola in aree. In base a cosa viene scansionata? La parte che viene vista con maggior interesse è quella alta/sinistra-centrale. Da li’ in poi l’occhio segue un ordine sparso, in cerca delle informazioni di nostro interesse. Secondo Steve Krug questo avviene principalmente per 3 motivi: 1) Siamo sempre di fretta, in cerca di risparmiare tempo. 2) Sappiamo già in partenza che tutti i testi che sono nella pagina non saranno di nostro interesse. 3) Perchè funziona. Abbiamo sempre “scansionato” quotidiani, riviste, libri, ecc. Perchè non farlo con il web? Ti è mai capitato di trovarti in uno di questi punti? A me [&hellip

Read More...